Stalkers

Il Bar Doria

Sono in ritardo di un’ora, mi avvicino al bancone e subito Maurizio mi offre un Bombafragola versione “soft”, perché devo guidare. Poco più in là c’è Bruno anzi Nereo, proprietario del Doria dal 1972. Mi si avvicina e cominciamo a parlare tutti, Maurizio, suo padre, sua madre, l’amico e io.

Triplete d’arte: 3 verny imperdibili in una sera

Settimane ad aspettare un verny anche piccino, di quelli tristarelli con due quadretti sconosciuti, e poi baaam, tre di fila, imperdibili, la stessa sera. Partiamo con il miglior triplete del 2020.

Australia: un mese di mostre, visite e workshop low cost al PAC

Dopo qualche anno di torpore, il PAC si è svegliato e non sbaglia un colpo. Dopo Messico e Brasile, largo all’emisfero sud con “la più grande ricognizione sull’arte australiana contemporanea mai realizzata al di fuori del continente”. 

Pazza idea: visita guidata con dj set al PAC

Curatore, artista e dj tutti insieme per un mix succosissimo. Se c’è una cosa che mi manda in bambola è quando tu prendi la musica e la metti in chiesa o prendi l’arte e la porti nelle cantine, mooolto hip hip urrà, lo so, però ognuno ha le sue debolezze.

Stockhausen al Planetario: elettronica e stelle a 5€

Il Planetario è in assoluto nella mia top 5 dei posti da vedere a Milano. Quando poi lo vestono a festa diventa quasi commovente.

Il Bar Picchio

Lo confesso: anch’io, come 2472394549154 hipster milanesi, specie se sedicenti musicisti, ho un debole per il Picchio. A mia discolpa dico che lo conoscevo da prima che diventasse praticamente il circolo degli artisti – o dei diseredati – di Porta Venezia, ma so anche che dicono tutti così. Qualche anno fa ti fermavi a bere

Vernissage #3: Allison Katz da Giò Marconi

Ok gente, questo è l’anno della ceramica. Siamo alla terza artista in una settimana che si diletta con la scultura e in particolare col vasellame (vasi, piatti, busti) in ceramica smaltata. Dopo Sari Ember alla Galleria Campari di Sesto e Andrea Anastasio da Corraini a Mantova, ora anche dalle Americhe, attenzione attenzione, Allison Katz! No,

Proiezione pubblica del film su Cucchi in Porta Venezia

Qui lo dico e qui lo nego: non ho simpatia per abusivi, occupanti e komunisti old style, ma per LuME sì, moltissima. Perché fa cultura, denuncia, manifestazioni di qualità e azioni di sostanza. Poca retorica da collettivo comunista di liceo classico – e io ne so qualcosina – e molte attività di protesta intelligente. Tipo

Vernissage #1: Rosa Barba da Vistamarestudio

Per il ciclo “Vernissage, che passione!” riapre ufficialmente la stagione delle gallerie, gente: spazi bianchi, ragazzi in accappatoio e se proprio siete fortunelli (siamo un po’ braccino corto ultimamente eh) qualche birretta o bicchierino di vino bianco gentilmente offerto da questi novelli mecenati di oggi. A ‘sto giro si tratta di un vero e proprio

Ne voglio ancora